Chi Siamo

L’8 settembre 2007 si è costituita per iniziativa di un gruppo informale di singoli individui l’associazione SOLARE COLLETTIVO con sede a Racconigi, in provincia di Cuneo.
L’idea dell’associazione nasce dalla volontà di far tesoro dell’esperienza progettuale “ADOTTA UN KW” che a partire da luglio 2007 ha permesso di costruire  un impianto fotovoltaico di 20 kw a Mondovì (CN), sul capannone della Coop Proteo. Tale impianto del costo di circa 100.000 euro è stato finanziato attraverso una sottoscrizione collettiva, promossa attraverso il Web, che ha visto la partecipazione di oltre 40 aderenti provenienti da diverse parti d’Italia.

Il progetto “ADOTTA UN KW” si è inoltre sviluppato e ampliato, a fine 2008, nella costituzione della Cooperativa Elettrica: “RETENERGIE”: www.retenergie.it

L’Associazione ha per finalità la promozione attiva di una nuova cultura ecologica, con particolare attenzione al tema cruciale dell’energia rinnovabile e di tutte le problematiche ambientali connesse ad una gestione responsabile delle risorse naturali e dei comportamenti umani quali ad esempio,  la gestione dell’acqua o la produzione/smaltimento dei rifiuti.

L’impegno dell’Associazione è guidato dalla convinzione di fondo che vada superata l’organizzazione economica fondata sulla delega per il soddisfacimento dei propri bisogni e per la soluzione dei problemi collettivi.  Si ritiene che una nuova cultura ecologica possa nascere solo da una radicale riappropriazione di responsabilità e di potere da parte dei singoli, dei piccoli gruppi e dalle comunità locali: responsabilità e potere che si traducano in progetti produttivi e/o iniziative di consumo intelligente.

Per il conseguimento dei propri fini l’Associazione potrà:

  1. promuovere nuovi stili di vita orientati all’eco-sostenibilità e all’educazione ad un modello di consumo responsabile, ecologicamente e socialmente compatibile,
  2. promuovere specifiche raccolte di fondi, volte al finanziamento, totale o parziale, di progetti di produzione alternativa di energia, di risparmio energetico e di potenziamento di risorse eco-compatibili che non abbiano scopo di lucro, ma che siano volti alla salvaguardia dei beni comuni delle comunità nelle quali dette opere saranno realizzate;
  3. promuovere la creazione di una rete per lo scambio di competenze, bisogni e risorse fra soggetti potenzialmente in grado di creare utili interazioni.