GRUPPO d’ACQUISTO SCOOTER ELETTRICI

A MOBILITA’ SOSTENIBILE!

Lunedì 22 aprile alle ore 20.45

a Racconigi presso la sede C.A.I. –via Muzzone 6

SOLARE COLLETTIVO ONLUS

presenterà il

Progetto GASE (Gruppo d’Acquisto Scooter Elettrici)

Un piccolo passo per una mobilita’ (piu’) sostenibile

A seguire:
ASSEMBLEA DEI SOCI
con i seguenti punti in agenda:
approvazione Bilancio 2012;
presentazione progetti in corso;
varie ed eventuali;
————————————
La questione della mobilita’ sostenibile e’ un discorso molto complesso che coinvolge una molteplicita’ di soggetti, dall’amministrazione pubblica a cui si richiedono importanti interventi strutturati, ai cittadini cui si richiede di mutare le proprie abitudini di trasporto, verso un sempre piu’ massivo utilizzo di mezzi di trasporto collettivo e/o a maggiore impronta ecologica. Mobilita’ sostenibile vuol dire sia favorire l’uso di mezzi pubblici piu’ efficienti e veloci cosi’ come incoraggiare sempre piu’, soprattutto in ambito urbano, l’uso della bicicletta. Mobilita’ sostenibile vuol dire anche intermodalita’, cioe’ l’uso combinato di piu’ mezzi (p.es. bici o bici pubblica piu’ autobus o treno) in modo da sfruttare al meglio le caratteristiche di questi mezzi, aggregando il trasporto individuale sulle tratte piu’ lunghe e sfruttando la flessibilita’ delle due ruote nelle tratte finali degli spostamenti individuali.
La mobilita’ elettrica e’ solo uno dei tasselli di questo vasto e complesso scenario.
I mezzi di trasporto elettrici pero’ non sono solo un tassello di questo scecnario, ma fanno parte di un disegno ancora piu’ grande che andra’ di pari passo con lo sfruttamento sempre piu’ diffuso delle fonti di energia rinnovabile.
Tutti noi che abbiamo a cuore l’ambiente, infatti sogniamo sicuramente un mondo in cui le energie rinnovabili e pulite possano soppiantare sempre piu’ l’uso dei combustibili fossili, ma tutti siamo consapevoli dei problemi connessi con le energie rinnovabili, e cioe’ l’intermittenza e la non programmabilita’  di queste ultime, entrambi fattori fondamentali di qualunque politica energetica.
Come sopperire a questi problemi? Semplicemente con l’accumulo di energia, immagazzinando cioe’ l’eccesso di produzione energia in modo che questa possa essere recuperata quando le nostre fonti intermittenti non producono energia.
Uno dei modi piu’ efficaci per immagazzinare l’energia elettrica prodotta, per esempio, da impianti fotovoltaici ed eolici e’ quello di caricare batterie, piu’ o meno grandi, come quelle della nostra macchina.
La mobilita’ elettrica, grazie alla diffusione capillare di mezzi elettrici equipaggiati di batterie, consentira’ quindi di supportare le fonti di energia  rinnovabili intermittenti diffuse sul territorio, fornendo opportuni serbatoi in cui immagazzinare l’eccesso di energia per restituirlo quando se ne presentera’ l’esigenza.
Quante ore al giorno infatti utilizziamo l’auto per i nostri spostamenti?
Un’ora? Forse due? Qualcuno arrivera’ a tre-quattro… E per il resto della giornata? Le batterie inutilizzate dei nostri mezzi elettrici potranno quindi costituire una riserva diffusa cui attingere energia quando le fonti rinnovabili non sono in grado di produrne.
Noi riteniamo di poter dare il nostro piccolissimo contributo a questo ambizioso disegno con una nuova iniziativa per la promozione della mobilita’ elettrica: il Gruppo d’Acquisto Scooter Elettrico. Mentre l’auto elettrica costituisce ancora un obiettivo proiettato al domani per una serie di problemi legati all’elevato costo iniziale, alla limitata autonomia e alla mancanza sul territorio di colonnine di ricarica, noi riteniamo che lo scooter elettrico abbia gia’ raggiunto una buona maturita’ tecnologica e commerciale e, per un uso limitato in ambito prevalentemente urbano, la limitata autonomia non sia un grosso problema.
Uno scooter elettrico ha un costo abbordabile, puo’ essere parcheggiato in garage a fianco della nostra automobile, senza costringerci a soppiantarla, ma anzi integrandola per i nostri spostamenti urbani o a corto raggio. Non abbiamo una presa di corrente in garage, dobbiamo parcheggiare lo scooter in strada e non ci sono colonnine di ricarica? Poco male, molti scooter elettrici sono equipaggiati di pacchi batterie estraibili, che ci potremo portare in casa, ufficio o al posto di lavoro per una veloce ricarica.
Ecco quindi come abbiamo intenzione di muoverci per portare avanti la nostra iniziativa. Prima di tutto vogliamo partire con un sondaggio fra i potenziali interessati per capire meglio come intenderebbero utilizzare lo scooter. Quanto si e’ disposti a spendere? Che autonomia ci aspettiamo? Vogliamo utilizzare lo scooter da soli o in coppia?
Le risposte a queste ed altre domande ci guideranno nella scelta di 1-2 modelli nella gia’ vasta gamma di modelli disponibili sul mercato (oltre 20 produttori disponibili!)
Dopo aver individuato i modelli piu’ “gettonati” avvieremo quindi una serie di contatti con produttori/distributori/importatori in modo da poter ottenere  particolari condizioni per gli aderenti all’iniziativa.
Le condizioni che vogliamo ottenere sono:
1.      Un prezzo d’acquisto piu’ vantaggioso;
2.      Una garanzia piu’ lunga sulle batterie;
3.      Garanzia di assistenza sul territorio.
Va ancora ricordato che i mezzi elettrici (a 2 o 4 ruote) godono anche di altri vantaggi economici quali:
·         Esenzione del bollo a vita (per i motoveicoli, 5 anni per gli autoveicoli);
·         Sconto del 50% sull’assicurazione
Se tutto questo ti ha interessato e vuoi anche tu dare il tuo contributo a una mobilita’ (piu’) sostenibile, cominciamo quindi a chiedere la tua collaborazione compilando il nostro questionario.
sul nostro blog dedicato  http://solarecollettivo.blogspot.it/
alla pagina